La Commissione “Attività produttive” è stata istituita il 9 giugno 2005 a seguito dell’adozione da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome di un proprio Regolamento organizzativo interno.

Funzioni e competenze della Commissione
La Commissione attività produttive, in base all’art. 7 del Regolamento della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, si occupa delle seguenti materie: industria; commercio, fiere e mercati; commercio con l’estero; artigianato; sostegno alla innovazione per i settori produttivi; miniere, cave e torbiere.

Essa espleta i seguenti compiti:
a) assume determinazioni sugli argomenti di competenza della Commissione messi all’ordine del giorno delle sedute dell’Assemblea, e su ogni altro argomento assegnatole dal Presidente della Conferenza
b) formula proposte all’Assemblea attinenti a materie di rispettiva competenza
c) formula le proposte di designazione negli organismi a composizione mista di competenza della Commissione.

Composizione della Commissione Attività produttive.
La Commissione è composta dagli Assessori competenti delle Regioni e delle Province Autonome.

Organizzazione dei lavori della Commissione
I coordinatori politici della Commissione sono:
• Assessora della Regione Marche, Manuela Bora – Coordinatore della Commissione
• Assessora della Regione Sicilia, Maria Lobello – Vicecoordinatore della Commissione

Il Coordinatore tecnico della Commissione è il Dr. Raimondo Orsetti.

Fornisce la propria assistenza tecnica alla Commissione il Dirigente alle Attività produttive della Segreteria della Conferenza, Dott.ssa Giulia Pavese La Commissione Attività produttive si è dotata di una BANCA DATI, quale modalità organizzativa interna, al fine di rendere più agevole, efficace e tempestiva la fruizione delle informazioni e della documentazione per i componenti politici e tecnici della Commissione. Alla banca dati lavorano congiuntamente sia gli uffici della Regione Marche che la referente della Conferenza delle Regioni per le Attività produttive, dott.ssa Giulia Pavese.
La banca dati è accessibile mediante specifica password.
La realizzazione del sistema ed il supporto informatico è a cura dalla Posizione di Funzione "Sistemi Informativi e Telematici" della Regione Marche.